PROGETTO MANIFATTURA – GREEN INNOVATION FACTORY

PROGETTO MANIFATTURA – GREEN INNOVATION FACTORY

PROGETTO ESECUTIVO DELL’EX-MANIFATTURA TABACCHI A ROVERETO, TRENTO.

Il progetto della nuova Manifattura si trova in un punto nodale nella valle di Rovereto, praticamente là dove il Leno confluisce nel fiume e si presenta come un “landmark orizzontale”, quindi di un oggetto che segna il territorio rendendosi ben visibile da lontano.
Il risultato progettuale e’ la defizione spaziale di una grande copertura verde e dei nuovispazi produttivi al di sotto di essa e che con essa si integrano. Questo atteggiamento ci permette di ridare alla citta’ di Rovereto lo spazio verde che era da tempo stato occupato dalla fabbrica e reso inaccessibile al pubblico esterno. 

 

PROGETTO 

Il progetto ha lo scopo e l’obiettivo di creare un polo produttivo e di sperimentazione con la peculiarità di organizzare a diversi livelli interfacciati funzioni diverse. Per questo motivo la Manifattura diventerà prima di tutto uno spazio dove le imprese possano svilupparsi e produrre in un ambiente innovativo non solo dal punto di vista architettonico, impiantistico ed energetico ma anche tecnologicamente avanzato. Il progetto prevede un ambiente dove le imprese possono operare e promuovere le proprie idee direttamente alle persone che usufruiscono, anche per altri scopi, della Manifattura.
Possiamo analizzare il progetto architettonico seguendo uno schema verticale dove dal parcheggio passiamo attraverso gli edifici per arrivare alla zona piu’ pubblica della copertura.
Possiamo dividere gli edifici in due macro categorie: quelli con struttura in legno e quelli con struttura in calcestruzzo. Gli edifici in legno sono in totale 8, di cui uno dedicato a laboratori di ricerca, uno ad uffici, sei per il produttivo. Quelli in cemento sono due di cui uno dedicato a laboratori di ricerca e uno a learning center, spazi produttivi, spazio sostenibilità e centrale impianti. 

 

SOSTENIBILITA’ 

La progettazione risponde ai criteri di sostenibilità che sono stati adotati quali principi cardine dell’intervento. La scelta dei materiali risponde quindi all’esigenza di ridurre l’impatto del costruire sull’ambiente privilegiando l’impiego di materiali, componenti e prodotti regionali, riciclati e riciclabili, atossici, a ricrescita veloce.

Credits:

IN CORSO DI REALIZZAZIONE 

Committente: Provincia Autonoma di Trento 

Architettura: Spaini Architetti Associati 

Impianti: Planning 

Strutture: Sce project 

Impresa: Colombo Costruzioni 

Importo Lavori: 41,6 M € 

Superficie lotto: 24000 mq 

Anno: 2018 – 2019

Photos:  Trentino Sviluppo | Michele Purin