PONTE SANT’ANTIOCO

BANDO DI GARA PER LA REALIZZAZIONE DEL NUOVO COLLEGAMENTO TERESTRE DELL’ISTMO CON L’ISOLA DI SANT’ANTIOCO E DELLA CIRCONVALLAZIONE DI SANT’ANTIOCO.

Area Sosta Giorno

1° CLASSIFICATO

Il viadotto è un’opera imponente nel paesaggio, il nostro intento più che tentare di dissimulare è stato quello di pulire le linee e sottolineare alcuni aspetti della forma. Da punto di vista percettivo l’elemento che risalta è la linea blu che corre lungo tutto il fianco. La veletta curva che copre le reti impiantistiche è l’elemento più esterno e il colore blu a contrasto con quello chiaro del resto del viadotto attira lo sguardo rendendo l’impalcato meno massiccio.
Il viadotto, che arriva a circa 22m sul livello del mare, è un punto di vista privilegiato sul paesaggio circostante. Più che dai guidatori di veicoli a motore il paesaggio circostante è goduto percorrendo la ciclopedonale. Il lato esterno della pista ciclopedonale è protetto con una barriera trasparente che permette di godere di una vista notevole dell’intorno. Per ridurre l’effetto “vertigine” il primo metro del vetro è serigrafato con effetto sfumato verso l’alto.
L’illuminazione dell’opera parte dal principio che l’opera non sia un monumento da celebrare, ma una infrastruttura che si inserisce nel paesaggio. Le dimensioni dell’opera sono imponenti rispetto alle costruzioni presenti nel contesto, crediamo dunque che le dimensioni non vadano enfatizzate con una illuminazione completa delle pile dell’impalcato, ma debba essere visibile di notte solo una sottile linea luminosa nel paesaggio. La pista ciclabile è illuminata lungo tutto il percorso con luce a LED a bassa intensità. Le carreggiate per i veicoli non sono illuminate e l’illuminazione del ponte è verso il basso. Il risultato è che la superficie superiore del ponte grazie anche alla sua altezza da terra è piuttosto oscura. Questa caratteristica invece di essere un difetto è stato sfruttato per rendere l’esperienza di una pedalata o passeggiata notturna una esperienza emozionante. Il tratto centrale della pavimentazione della ciclopedonale sul viadotto ha un trattamento della pavimentazione che la rende luminescente. Nell’aggregato utilizzato per lo strato di finitura della pavimentazione sono dispersi dei frammenti di inerti luminescenti che assorbono la luce del giorno e la riemettono per 5/6 ore nelle ore notturne. L’impressione che si ha è di pedalare o camminare su un cielo stellato e se la notte è anch’essa stellata il risultato è eccellente.

Drone_01

Vista04

Vista05

Ciclabile

Vista03_Notte

Area Sosta Notte

Credits:

Committente: ANAS S.p.A.

Progetto:
GP INGEGNERIA,TEMI Srl, IRCOPENGEKO S.C.A.R.L.

Consorziati indicati
SPAINI ARCHITETTI ASSOCIATI srl
Arch. Filippo Spaini (Direttore tecnico)

Collaboratori: arch. A. Birindelli, arch. A. Raimondi, A.Corso.

Anno: 2016