F.I.CO. WELLNESS CLUB

 

CONCORSO DI IDEE PER LA PROGETTAZIONE DI UN CENTRO WELLNESS & SPA A BOLOGNA

fw_render-03

 

In questo progetto il contesto è il progetto. Il capannone è un patrimonio da valorizzare. Il progetto solo aggiunge e non toglie volumi.  Riutilizza tutto l’esistente aggiungendo dei volumi epifiti che possono innescare un nuovo ciclo di vita e cambiarne il senso da fabbrica industriale a fabbrica contadina, da luogo per la produzione di mezzi a luogo per la produzione di benessere. Dare inizio a un nuovo ciclo, a un’altra vita. In questo risiede il contenuto propulsivo del riciclaggio.

La nuova SPA ha due livelli principali. Il primo, realizzato aggiungendo al pavimento del capannone esistente un piano in legno rialzato, ospita le funzioni principali della SPA. Il progetto prevede di sistemare nel capannone diverse stanze acquatiche aperte e tra loro collegabili, altre stanze chiuse in legno, che contengono le altre attività più specializzate, dal piano terra salgono in alto e bucano il tetto esistente con dei volumi in legno che diventano aree meditazione, spazi termali, wellness, o cannon lumiere. Il tetto del capannone attuale diventa una spiaggia e un solarium estivo. La nuova pelle interna ed esterna del fabbricato è in legno e vetro e definisce di volta in volta spazi opachi, semi trasparenti o ombreggiati. La palazzina in mattoni viene inglobata nel nuovo assetto volumetrico. Al piano terra ci sono gli spazi per l’accoglienza, gli spogliatoi e gli uffici. Al piano superiore le wellness-suites.)

fw_render-05

fw_render-04

fw_render-01fw_render-plast-02 fw_render-plast-01 fw_render-plast-04

 

Credits:

RICCISPAINI architetti associati srl

Filippo Spaini (legale rappresentante)

Massimo Tiberi (project manager)

consulente

Mosè Ricci

collaboratori

Margherita D’Alessio

Maria Michaela Pani

Chiara Passarotti

Ginevra Flaviani

ANNO: 2015

ENTE BANDITORE: Marlegno Srl